• (Italiano) Responsabilità da insidia stradale e buche per la Pubblica Amministrazione

    Posted on April 21, 2012 by in Damage Compensation, sinistri auto

    Nella vita quotidiana, può succedere di incorrere in piccoli o grandi infortuni, qualificabili come danni da insidia, poiché causati da pericoli occulti che possono ripercuotersi sull’utente ignaro. Ebbene, al riguardo occorre precisare come spesso, è proprio la Pubblica Amministrazione, il gestore del bene (demaniale quindi) ove si verifica l’evento dannoso, e allora ci si chiede che responsabilità può configurarsi in capo a tale gestore.
    Al riguardo infatti si è assistito nel corso del tempo ad una evoluzione giurisprudenziale, volta alla salvaguardia degli interessi del soggetto danneggiato, che si ripercuote di fatto sulla responsabilità dell’ente pubblico tenuto quindi al risarcimento dei danni (fisici e materiali) patiti dai danneggiati. Infatti se ormai dalla storica sentenza della Corte Cost. n. 156 del 1999 appare pacifico come la Pubblica Amministrazione risponda de ogni atto o fatto illecito connesso con gli obblighi cui è tenuto quale proprietario e incaricato della gestione del bene, resta solamente da inquadrare sotto quale ambito possa riscontrarsi tale responsabilità: se sotto il dettato dell’art. 2043 c.c. oppure dell’art. 2051 cc. Distinzione questa, non meramente formale, ma dalla quale derivano conseguenze di ordine probatorio non poco rilevanti.
    La più recente giurisprudenza infatti tende a ricollegare la responsabilità della Pubblica Amministrazione all’art. 2051 c.c. tutte le volete in cui sia “possibile un concreto controllo ed una vigilanza idonea ad impedire l’insorgenza di cause di pericolo, ovvero, per la loro limitata estensione territoriale, consentano una adeguata attività di vigilanza” (Corte Cass. n. 22671 del 21.112011). Ebbene, da tale impostazione deriva come conseguenza primaria l’irrilevanza della colpa nella causazione dell’evento insidioso connesso con la custodia del bene, trattandosi di null’altro che dell’estensione del c.d. rischio da custodia secondo l’antico brocardo latino “cuius commoda eius incommoda” già pacificamente operante per il custode dei beni privati, ed esteso quindi anche ai beni demaniali. Ampliamento questo, che si traduce nella configurabilità in capo alla Pubblica Amministrazione di una ipotesi di responsabilità meramente oggettiva comportante un restrizione dell’onus probatorio del danneggiato; Ergo l’utente sinistrato dovrebbe solamente provare il nesso causale tra l’infortunio generato dall’insidia e i danni riportati. (si veda Corte Cass. con la sent. n. 20415 del 22.09.2009) e si assisterebbe nel concreto all’inversione dell’onere della prova- il Comune è obbligato a custodire le strade e le aree ad esso affidate in custodia, con la conseguenza che è responsabile dei danni cagionati alle persone e cose, nei limiti in cui dimostri che vi sia l’impossibilità di governo del territorio-.
    Tuttavia appare ovvio come un tale principio debba trovare una limitazione nell’applicazione concreta, onde evitarne un abuso da parte dell’utenza. Si è assistito così al proliferare di paletti giurisprudenziali volti a limitare tali ipotesi di responsabilità oggettiva. Tra le tante si cita ed esempio la sent. N. n. 15042 della Corte Cass. del 2008 ove, ponendosi l’attenzione Essendo tuttavia detti beni particolarmente esposti a fattori di rischio […]il caso fortuito idoneo ad esimere da responsabilità il custode […] va individuato […] nei casi in cui la causa che ha provocato il danno non sia strutturale e intrinseca al modo di essere del bene, ma sia derivata da comportamenti estemporanei di terzi, non immediatamente conoscibili o eliminabili dal custode”. Tuttavia, malgrado i tentativi giurisprudenziali, appare ovvio come per poter escludere la propria responsabilità in dette ipotesi, la Pubblica Amministrazione deve necessariamente provare l’esistenza di quel fattore estraneo alla sfera soggettiva del danneggiato, idoneo ad interrompere quel nesso causale posto a fondamento della responsabilità intesa come oggettiva.
    In capo alla Pubblica Amministrazione, può tuttavia riscontrarsi – se volgiamo in via subordinata a quella fin’ora esaminata- anche una responsabilità extracontrattuale ex art. 2043 c.c..Tale norma infatti, posta a fondamento del “neminem laedere”, tende a tutelare il danneggiato dalla cosiddetta insidia o trabocchetto. Per poter trovare applicazione però al caso concreto devono poter rscontrarsi ben due differenti aspetti: quello dell’insidiosità -quale espressione oggettiva dello stato in cui versa il bene demaniale scenario del sistro- e quello della non prevedibilità del verificarsi dell’evento- più squisitamente soggettivo-. Si veda in merito la Sent. Corte Cass. n. 22671 del 21.112011 che parla di una “situazione di pericolo occulto […] caratterizzata dall’elemento oggettivo della non visibilità del pericolo e da quello soggettivo della non prevedibilità dello stesso secondo il comportamento di colui che utilizzi la normale prudenza”. Qui però non siamo dinnanzi ad una ipotesi di responsabilità oggettiva, e conseguentemente non si assiste all’inversione dell’onere della prova caratterizzante l’altra ipotesi analizzata, con la conseguenza che sarà il soggetto danneggiato a dover di volta in volta dimostrare che l’evento dannoso si è verificato a causa della c.d. “isidia” o “trabbochetto” ovvero che il bene demaniale presenti una situazione di pericolo occulto ricadendo in capo alla Pubblica .Amministrazione solo l’onere della prova dei fatti impeditivi. . Ovviamente , questo fattore scriminate del trabocchetto risulta essere una elaborazione giurisprudenziale volta a limitare l’estensione di responsabilità della Pubblica Amministrazione, che conseguentemente viene a ad assumere una posizione di innegabile vantaggio nei confronti del cittadino danneggiato. Ed è proprio per tale motivo che si è sviluppata l’ impostazione giurisprudenziale analizzata per prima, che appunto tende a riequilibrare i rapporti tra utenza e P.A.

    Related Posts
    Accertamento di nuovo classamento catastale: costi del ricorso alla commissione tributaria
    // (function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk')); // ]]> Pubblicazione di Stop ...
    READ MORE
    What compensation for the civil parties in the crime process “Costa Concordia”? Lawyers shall coordinate on a uniform parameter for compensation on aggravated responsability and punitive damages
     RISULTATI SONDAGGIO DEL GRUPPO DI LAVORO:  partecipanti al gruppo: 29 votanti: 18 chiusura exit poll: 09.04.2013   I risultati sono senza indicazione dei dati personali dei clienti e/o degli studi e non vincolanti
    READ MORE
    LATEST NEWS from the Concordia Case, MEDIATION and things TO DO
    Latest news from the mediation hearings is that, after 34 years Micky Arison leaves his post as CEO of Carnival In our opinion, this decision is a reaction to continued pressure ...
    READ MORE
    NON-COMPETITION AGREEMENT TO SUBORDINATE EMPLOYEE
       PARERE SULLA APPLICABILITA' DEL PATTO DI NON CONCORRENZA AI DIPENDENTI SUBORDINATI    FATTISPECIE: personale inquadrato al IV° liv. CCNL Magazzinieri / Ausiliari alle vendite.  I lavoratori sono a conoscenza della clientela, del ...
    READ MORE
    DIVORZIO BREVE CON L’AVVOCATO: cosa cambia (forse)
    DIVORZIO BREVE. una riforma giusta o sbagliata? Il 24 aprile 2014, la Commissione giustizia della Camera, ha data il via libera al testo base del così detto “divorzio breve” con l’introduzione di ...
    READ MORE
    Costa Concordia claim for damages
      COSTA CONCORDIA OFFERTA: perché non accettare per ora L'ammontare del risarcimento dovuto ai passeggeri di Costa Concordia crociera diventa una faccenda più complicata, da quando alcuni gruppi di consumatori e singoli ...
    READ MORE
    (Italiano) Mediazione familiare e diritto del minore ad un rapporto paritetico con entrambi i genitori
    L'istituto della mediazione familiare è stato introdotto dalla legge 54 del 2006, che ha disciplinato l'affidamento dei figli in seguito alla rottura della coppia genitoriale. Di certo, l'aspetto più rivoluzionario ...
    READ MORE
    (Italiano) Incendio di un immobile concesso ad uso locazione commerciale: a chi spetta pagare?
    Nel caso in cui il locale commerciale regolarmente locato si incendi, chi paga le riparazioni? Il locatore o il conduttore? Al fine di fornire una risposta occorre analizzare le obbligazioni poste ...
    READ MORE
    (Italiano) MEDIAZIONE E MALASANITÀ: UNA SVOLTA EPOCALE
    MEDIAZIONE E RESPONSABILITÀ MEDICA: GIUSTI RISARCIMENTI IN TEMPI RECORD! RIFERIMENTI NORMATIVI Con il decreto legislativo n. 28 del 4 marzo 2010, le controversie in materia di risarcimento del danno derivante da responsabilità ...
    READ MORE
    About Costa Concordia Settlement proposal – WHAT TO DO WITH IT
    page2 AND NOW WHAT SHOULD WE DO?! of course we can not replace the passengers in making a decision, you will certainly have your good reasons to consider convenient or not the acceptance ...
    READ MORE
    STRADA ALLAGATA: CHI RISARCISCE I DANNI ALLE AUTO?
     Il tema è di grande attualità: infatti è sempre più di frequente, a seguito di importanti eventi climatici mal gestiti da parte degli organi preposti a tale scopo, l'eventualità di ingenti ...
    READ MORE
    Penalty decree: what to do?
    Cos’è il procedimento per decreto (penale di condanna): Il procedimento per decreto è uno dei riti speciali previsti dal legislatore (artt. 459 e ss. c.p.p.. ): un procedimento penale aperto a ...
    READ MORE
    COSTA CONCORDIA trial inGrosseto July 17TH 2013 – Why is crucial for ALL participating as acivil party against Schettino
    Gentili Signori, coordinando un pool di studi legali italiani (Giustizia per la Concordia) rappresentiamo circa 100 passeggeri di varie nazionalità, tra cui ITALIANI, INGLESI, GRECI E RUSSI, e abbiamo seguito il processo penale Concordia sin da ...
    READ MORE
    (Italiano) Preavviso per la fine rapporto di lavoro e sospensione per malattia del dipendente
     Un dipendente di una azienda è stato assunto con contratto di apprendistato professionalizzante (con nullaosta della Provincia) con contratto della durata di mesi 48 . Non essendo intenzione della azienda confermare ...
    READ MORE
    COSTA CONCORDIA CASE: how to claim damages for passengers and time bar for filing in Italy
       ABOUT US: our lawyer Avv. Massimiliano Gabrielli is a representative member and spokesman for the pool "justice for Concordia" (www.giustiziaperlaconcordia.wordpress.com), and along with 20 other Italian law firms we represent approximately 100 ...
    READ MORE
    Come ben pubblicizzato dainotiziari, la compagnia Costa ha patteggiato la pena nel processopenale che si aprirà il 15 aprile a Grosseto, a fronte delpagamento di una sanzione amministrativa di ...
    READ MORE
    RESPONSABILITA’ NELL’INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE
     SULLA RESPONSABILITA’ NELL’INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE: come ha avuto modo di chiarire più volte la Suprema Corte, anche recentemente, il mediatore in difetto di un incarico particolare in proposito, non é tenuto a ...
    READ MORE
    (Italiano) LA RESPONSABILITÀ MEDICA: I DIRITTI DEL PAZIENTE
    MALASANITA': I DIRITTI DEL PAZIENTE Una mia amica qualche giorno fa ha messo al mondo suo figlio. Il compagno ha assistito al parto: non indossava la mascherina, né tantomeno il camice verde ...
    READ MORE
    Claim rules for Costa Concordia – No to class action – hotline
      RISARCIMENTO COSTA CONCORDIA: AI PASSEGGERI DELLE CROCIERE DOPO IL NAUFRAGIO L'ONERE DI RICHIEDERE I DANNI Per i passeggeri della nave della flotta Costa, colata a Picco all'isola del Giglio, ora inizia ...
    READ MORE
    Costa Concordia Damage Compensation – say no to Class Action!
    COSTA CONCORDIA DAMAGE COMPENSATION: THE CRUISE PASSENGERS OF THE WRECK AFTER THE SINK HAVE TO SEEK DAMAGES - ACT NOW! For passengers of the Concordia ship of the Costa fleet, sank ...
    READ MORE
    Dog attack – art. 672 of the italian crime code and possible actions
    L'articolo vale tanto per i morsi di un cane ad una persona, quanto per l'aggressione di un cane ad un altro cane; Nello specifico, il caso di un cane pitbull che ...
    READ MORE
    Nuova disciplina dei licenziamenti ex art. 18 L. 300/70
    LEGGE 28 giugno 2012, n. 92 Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita. (12G0115) (GU n.153 del 3-7-2012 - Suppl. Ordinario n. 136 ) ...
    READ MORE
    Rejected the American Class Action from Codacons: the passengers of the shipwrecked Costa Concordia in deep water for the second time!
    LA CLASS ACTION AMERICANA DI CODACONS È STATA COMPLETAMENTE E DEFINITIVAMENTE RIGETTATA, la notizia ci viene data da alcuni clienti delusi dalla associazione consumatori, che ora li contatta per chiedere ...
    READ MORE
    I have been sued in a lawsuit for injury: what to do?
    COME DIFENDERSI DALLA QUERELA PER INGIURIA: primi consigli Negli ultimi tempi “ti querelo” è  un’espressione molto utilizzata. Nell’opinione pubblica querelare è diventato sinonimo di far valere in giudizio i propri diritti, ...
    READ MORE
    (Italiano) DIRITTO DI RECESSO NEI CONTRATTI STIPULATI ON LINE (E-COMMERCE)
    Gli acquisti online (comunemente denominati e-commerce) o stipulati su internet sono sempre più diffusi e fanno parte di una categoria più ampia, disciplinata oggi dal Codice del Consumo, quella dei ...
    READ MORE
    Car accidents in Italy: easy handbook
      Panico: cosa devo fare in caso di incidente stradale? Al fine di accelerare le procedure di liquidazione dei danni è necessario fare una denuncia di sinistro completa in ogni sua parte. ...
    READ MORE
    Italian jurisdiction in the Costa Concordia Case and the importance of participating in the criminal proceedings as a civil party against Schettino
    ABOUT JURISDICTION IN THE CONCORDIA CASE * (by Avv. Massimiliano Gabrielli, coordinator and Head of press office for the legal pool Giustizia per la Concordia) To understand the importance of participation in ...
    READ MORE
    (Italiano) LA SEPARAZIONE
    La separazione personale dei coniugi    La separazione dei coniugi è un istituto disciplinato dal codice civile (artt. 150 e ss c.c.), dal codice di procedura civile e da una serie di leggi ...
    READ MORE
    (Italiano) Contratto di locazione ad uso abitativo non registrato
    Il contratto di locazione ad uso abitativo non registrato e i problemi che ne possono scaturire. La mancata registrazione del contratto di locazione entro 30 gg. dalla stipula o dalla decorrenza ...
    READ MORE
    Hotline for passenger’s compensation on Norman Atlantic fire shipwreck: what to do!
    Per i passeggeri della nave traghetto "Norman Atlantic", della compagnia italiana di Bari "Visemar di Navigazione" e gestita dall'operatore marchigiano Agenzia Archibugi, colpita da un grave incendio a largo delle coste della ...
    READ MORE
    Accertamento di nuovo classamento catastale: costi del ricorso
    What compensation for the civil parties in the
    LATEST NEWS from the Concordia Case, MEDIATION and
    NON-COMPETITION AGREEMENT TO SUBORDINATE EMPLOYEE
    DIVORZIO BREVE CON L’AVVOCATO: cosa cambia (forse)
    Costa Concordia claim for damages
    (Italiano) Mediazione familiare e diritto del minore ad
    (Italiano) Incendio di un immobile concesso ad uso
    (Italiano) MEDIAZIONE E MALASANITÀ: UNA SVOLTA EPOCALE
    About Costa Concordia Settlement proposal – WHAT TO
    STRADA ALLAGATA: CHI RISARCISCE I DANNI ALLE AUTO?
    Penalty decree: what to do?
    COSTA CONCORDIA trial inGrosseto July 17TH 2013 –
    (Italiano) Preavviso per la fine rapporto di lavoro
    COSTA CONCORDIA CASE: how to claim damages for
    Costa Concordia criminaltrial – latest news form the lawyer’snetwork
    RESPONSABILITA’ NELL’INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE
    (Italiano) LA RESPONSABILITÀ MEDICA: I DIRITTI DEL PAZIENTE
    Claim rules for Costa Concordia – No to
    Costa Concordia Damage Compensation – say no to
    Dog attack – art. 672 of the italian
    Nuova disciplina dei licenziamenti ex art. 18 L.
    Rejected the American Class Action from Codacons: the
    I have been sued in a lawsuit for
    (Italiano) DIRITTO DI RECESSO NEI CONTRATTI STIPULATI ON
    Car accidents in Italy: easy handbook
    Italian jurisdiction in the Costa Concordia Case and
    (Italiano) LA SEPARAZIONE
    (Italiano) Contratto di locazione ad uso abitativo non
    Hotline for passenger’s compensation on Norman Atlantic fire

4 Responses so far.

  1. davide m. says:

    vorrei sapere se cadendo in un area di parcheggio pubblica su cui c’era del muschio sul marciapiede può farmi avere un risarcimento danni, mi sono fratturato la gamba e ho fatto le foto del posto

    • staff says:

      Se l’area è aperta la transito e il muschio rendeva particolarmente scivolosa la pavimentazione, in mancanza di una segnalazione di pericolo ciò rappresenta una INSIDIA e quindi genera una responsabilità dell’ente gestore e incaricato della manutenzione del parcheggio

  2. […] Corte di Appello di Lecce, sez. dist. di Taranto, del 06.07.2012) che hanno tutte riconosciuto, sul tema in generale della responsabilità degli enti proprietari della strada, una responsabilità ex art. 2051 c.c., tramite l’estensione del c.d. rischio da custodia, […]

  3. maria says:

    sono caduta in una buca di Roma, ho fatto causa al comune e il giudice mi ha dato torto, vorrei se fosse possibile un consulto analizzando la sentenza se vi sono i presupposti per impugnarla.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>